Tony Laudadio, NNE, Romanzo, Il Blu delle rose,
Libri

Il blu delle rose: tra noir e futuro

Il blu delle rose di Tony Laudadio è un romanzo tra il distopico e il noir edito da NNE.

Ambientato in un futuro non lontanissimo racconta la storia di Elisabetta, una genetista. Nella società descritta da Tony Laudadio non esistono criminali perché è stato scoperto il “gene del crimine”: individuato già durante la gravidanza obbliga le donne ad abortire.

Il percorso di Elisabetta è quello di ognuno di noi: a un certo punto mette in dubbio tutto quello in cui ha sempre creduto portando il lettore a riflettere su quanto il progresso tecnologico potrebbe renderci meno empatici.

Quello che mi interessava indagare era l’evoluzione dei rapporti umani: la tecnologia ci renderà meno sensibili?

Tony Laudadio alla presentazione del 6 ottobre 2020

Tony Laudadio ne Il blu delle rose indaga non solo l’evoluzione dell’essere umano con l’evoluzione tecnologica ma anche la condizione del corpo della donna. Le donne vengono obbligate ad abortire se presente il gene del crimine.

Una distopia che diventa attualità e che ci pone delle domande importanti sulla libertà che ognuno di noi ha. Quanto ci facciamo condizionare dal pensiero comune? Quanto le nostre scelte sono dipendenti da determinate condizioni?

Il blu delle rose diventa così una riflessione sulla nostra società, sulla nostra libertà nata dall’esigenza dell’autore di riflettere su cosa provoca la violenza. Ecco che la prosa diventa un lungo pensiero di ognuno di noi.

Tony Laudadio, NNE, Romanzo, Il Blu delle rose,

Il blu delle rose vi aspetta in libreria per una lettura che vi porterà in un mondo tanto lontano quanto vicino.

Avatar

Nata e cresciuta a Milano. Per lavoro social Media Manager e copywriter. Per sopravvivenza vivo tra caffè, libri e apertivi senza dimenticare i carboidrati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *