suburra
In evidenza,  Serie Tv,  Spettacolo

Suburra: la fine dei re

Venerdì 30 ottobre tornano Damiano, Spadino e tutti i personaggi di Suburra La serie per il capitolo conclusivo di una serie italiana che ha conquistato milioni di telespettatori in tutto il mondo.

Suburra 3 è composta da sei episodi da 55 minuti l’uno ed è prodotta da Cattleya e Bartlebyfilm. L’atto conclusivo del crime thriller italiano originale Netflix sarà disponibile in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo.

Suburra: dove eravamo rimasti

Il secondo capitolo di Suburra – La serie aveva puntato i riflettori soprattutto sulla crescita dei personaggi di Spadino (Giacomo Ferrara) e di Aureliano (Alessandro Borghi). La trama della stagione ruotava intorno alle elezioni per la carica di nuovo sindaco di Roma. Amedeo Cinaglia (Filippo Nigro) aveva vinto le elezioni, grazie al clan mafioso dei Badali, a Samurai e a Sara Monaschi (Claudia Gerini). Lele (Eduardo Valdarnini), diventato poliziotto, si era tolto la vita. Non era riuscito a convivere con i sensi di colpa. Spadino aveva dimostrato di essere pronto a tutto pur di conservare il suo titolo di “re degli zingari”. Negli ultimi minuti dell’episodio finale, un colpo di scena: Manfredi Anacleti (Adamo Dionisi) si era svegliato dal coma nel quale riversava dalla fine della prima stagione. Gli equilibri stavano crollando e Spadino e Damiano erano pronti a tutto.

Suburra: la fine dei re

La terza stagione riparte proprio da dove si erano spenti i riflettori. Spadino e Damiano sono pronti a tutto pur di non perdere quello che hanno conquistato e di avere Roma ai loro piedi. Crimine, Chiesa e Politica si incontrano e scontrano dimostrando che tra le ombre della capitale di Italia sono tutti uguali. La fame di potere è l’unica cosa che accomuna tutti i personaggi: ognuno di loro è disposto a tutto pur di diventare il nuovo re di Roma. Allo stesso tempo fanno i conti con le loro vite, i loro sentimenti e le scelte che gli sono state imposte.

Angelica, la moglie di Spadino, è il personaggio che più sorprende per la sua evoluzione. Decisa, fiera e pronta a tutto pur di non restare all’ombra del compagno. Non ne vuole sapere di essere come gli altri la vogliono e si aspettano che sia. Così come Nadia, compagna di Damiano: si sono scelti, è lampante il loro amore eppure non ci sta ad aspettarlo a casa. Due donne fiere al fianco dei proprio uomini e non nell’ombra rendendo così i due re di Roma più umani e fragili.

Damiano e Spadino sono fratelli ormai: sono andati contro tutto e tutti e, insieme a Nadia e Angelica, formano una vera e propria famiglia dove ci si guarda le spalle, sempre.

Eppure ogni personaggio andrà incontro al suo destino dimostrando che i re sono fatti per occupare il trono fino a quando qualcuno con più fame li deporrà.

Al centro di queste nuove lotte, Roma e gli appalti per il giubileo: una montagna di denaro. Tutta questa ricchezza renderebbe tutti imperatori, ma si sa: il potere non si vuole e non si può condividere.

suburra
La serie americana

Suburra La serie ha conquistato tutti fin dalla prima stagione, non tanto perchè preceduta dall’omonimo film, ma perchè per una volta aveva dei suoi colori. È una delle poche serie italiane ad avere una fotografia riconoscibile e lampante. A questa si aggiunge nella terza stagione una colonna sonora che rispecchia la strada che la serie racconta. Il rap romano accompagna le vicende narrate dandogli un suono forte e allo stesso tempo dolce che accompagna le vite di questi personaggi.

La vera protagonista però è sempre stata ed è Roma: la città di imperatori, Papi, santi e eroi che viene qui raccontata dalle tenebre. Dove tutto sembra puro e illuminato si trova un angolo buio dove il prezzo per avere potere è alto.

Chi sarà disposto a pagare il prezzo più alto pur di sedere sul trono di Roma? Ma soprattutto Roma glielo permetterà?

Suburra La serie vi aspetta per l’atto finale da venerdì 30 ottobre su Netflix.

Avatar

Nata e cresciuta a Milano. Per lavoro social Media Manager e copywriter. Per sopravvivenza vivo tra caffè, libri e apertivi senza dimenticare i carboidrati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *