mattinieri
Lifestyle

Mattinieri si nasce o si diventa? Si diventa!

«Se potessi, dormirei fino a mezzogiorno!»
«Prima delle 9, proprio non riesco a carburare!»

Vi riconoscete in queste affermazioni?
Essere mattinieri non è da tutti, ma è qualcosa che, a meno di non darsi al cabaret in tarda sera o fare la guardia notturna, dobbiamo essere tutti, in un modo o nell’altro.
Come rendere meno traumatico il risveglio e l’inizio della giornata, quando non sono ancora le 7? Facile!

mattinieri

Innanzitutto, occorre che creiate il vostro rituale del mattino.
Tutto ciò che dovete necessariamente fare dal risveglio al momento in cui vi chiudete la porta di casa alle spalle deve seguire uno schema facile da ripetere. Più di questo: dev’essere piacevole.
Lo diventa se, per esempio, vi concedete una miscela di caffè o un tè particolarmente buono per colazione. O se mettete a punto una skincare routine super confortevole.
Dovete dare a voi stessi un motivo per cui alzarvi al mattino sia favoloso, insomma. Allo stesso tempo, dev’essere un sistema che renda la preparazione il più semplice possibile.
Svegliarsi a volte è già abbastanza difficile…

Andate a dormire prima. Non c’è un altro modo. Non sposteranno in avanti l’orario d’ingresso a scuola dei vostri figli, né quello in cui dovete timbrare il cartellino in ufficio.
Dormire è fondamentale, e il trucco per imparare ad andare a letto presto è quello di arrivarci per gradi. Ogni sera, infilatevi a letto cinque minuti prima rispetto al solito.
Via gli schermi retro-illuminati a partire da mezz’ora prima di andare a letto, e al risveglio sarete dei fiori. Fiori mattinieri.

E a proposito di cellulari, tablet e computer: no a tutto questo per almeno mezz’ora dopo il risveglio. Per due motivi. Innanzitutto, i vostri occhi hanno bisogno di tutto tranne che di fissare uno schermo retroilluminato sin dalle prime luci dell’alba. In secondo luogo, il lavoro non deve invadere il vostro rituale mattutino.

mattinieri

Sapete cosa dovete procurarvi subito, invece (stagione permettendo)?
La luce naturale. Appena svegli, aprite le finestre. Questo aiuterà il vostro corpo a passare dal sonno alla veglia, a registrare il fatto che sia giorno e che sia ora di attivarsi. Allo stesso tempo respirerete un’aria con una maggiore concentrazione di ossigeno rispetto a quella in cui avete dormito per ore – cosa che contribuirà al risveglio.

Infine, e questo è particolarmente di conforto al lunedì mattina, trovate posto nella vostra settimana per attività che non vedete l’ora di svolgere. Nulla rallegra più un grigio, piovoso lunedì mattina di scorgere sul calendario che giovedì sera vedrete le amiche per un bicchiere di vino dopo il lavoro. O che mercoledì pranzerete con quella collega con cui non riuscite a combinare da un po’.
Non è meraviglioso, iniziare la settimana così?

Quest’articolo è apparso precedentemente su Devilishly Stylish.

Avatar

Milanese di nascita e nel cuore. Vivo di digital marketing di giorno, e di letture matte (ma mai disperatissime) di notte. Bevo litri di tè nero, e colleziono tacchi alti, con cui riesco a non perdere mai un treno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *