chiara francini
Libri

Chiara Francini: l’intervista sul suo «paniere pieno di delizie»!

Il cielo stellato fa le fusa di Chiara Francini è in libreria da oggi (Rizzoli), e abbiamo potuto intervistare l’autrice per scoprire qualcosa di più. Ecco cosa ci ha raccontato sul suo romanzo. O come lo definisce lei, il suo «paniere pieno di delizie»!

Ci sveli qualcosa di più sulla genesi del romanzo? Avevi la storia sottomano sin dal principio, o è nata strada facendo?

Stavo scrivendo un romanzo diverso, ma la mia agente, Vicky Satlow, mi ha proposto di lavorare sul Decamerone. E in effetti, quando ci ho pensato, ho capito che questa modalità di narrazione mi permetteva di raccontare delle storie che mi portavo dentro. Amo la poesia, e scrivere le novelle mi ha permesso, per esempio, di omaggiare due poeti dimenticati.

Non avevo la storia sottomano, non ce l’ho mai. Sapevo di voler scrivere una sorta di Decamerone, e amavo l’idea di questa villa lussuosa. Poi da lì ho iniziato a riflettere sul motivo che avrebbe visto queste persone chiuse nella villa insieme, e ho pensato al convegno fittizio su Cibo e Cultura. Non ho scritto le novelle nell’ordine in cui le leggete, anzi. Ho fatto spesso avanti e indietro, aggiustando e modificando. Una sorta di disarmonia prestabilita, che caratterizza sempre il mio lavoro. Quello che mi premeva è che il tutto risultasse piacevole e divertente, e volevo divertirmi anche io durante la scrittura.

Ci sono delle novelle rimaste fuori?

L’unica cosa che non ho inserito è stata la citazione di un regista sperimentale in una delle novelle, che ho tagliato perché non c’era spazio per argomentarla a dovere. Ma qualsiasi cosa io abbia scritto che mi sia piaciuta, in qualche modo ce l’ho fatta entrare! Molte novelle nascono da storie che mi hanno raccontato, da posti che ho scoperto e in cui spero di avervi trasportati.

Un ruolo speciale spetta a un gatto, sia dal punto di vista della voce narrante che da quello delle novelle.

Penso che i gatti siano delle creature incredibili. Sono eleganti e maestosi, e sanno guardarti dall’alto anche se stanno sul pavimento. Mi piaceva l’idea di questo gatto narratore, così sarcastico e anche profondamente umano.

chiara francini
C’è una situazione a monte di persone che si ritrovano “chiuse” in un luogo. Impossibile non pensare al confinamento di quest’anno…

Solo a libro finito mi sono resa conto della profonda attualità del romanzo, e sono felice che esca così vicino al momento della scrittura, perché non mi capiterà più di essere così allineata al momento presente.

Che ruolo ha l’ironia, che alimenta il tuo romanzo, nella tua quotidianità?

Credo che ironia e autoironia salveranno il mondo. Sono il balsamo che trasforma le brutture e gli errori in opportunità e unicità. L’ironia è anche la capacità di vedere le cose da lontano, e nelle sue reali dimensioni. È come una mano calda sulla pancia quando ti fa male. Ti dà la consapevolezza di quanto sia giusta anche l’imperfezione.

La poesia attraversa l’intero romanzo, attraverso versi inseriti nelle novelle, citazioni, poeti dimenticati riportati sotto ai riflettori.

La poesia è la forma d’arte suprema. Contorna la vita come contorna le parole. È una magia, forse anche un incantesimo. Credo che sia giusto far rifulgere e dar voce a degli artisti che se letti riescono a parlare e illuminarci soltanto con tre righe. La poesia è uno squarcio nella pancia dell’universo. Voglio portare in quello che scrivo ciò che secondo me è bellezza, e la poesia per me lo è.

Non posso non chiedertelo: ti senti più nel tuo elemento quando scrivi o quando reciti?

La scrittura è il mezzo che mi permette di restituire tutti i miei colori. Amo follemente la vita, sono gioiosa, ma ho anche parti malinconiche e silenziose. Il cinema e la televisione ti permettono di sporcare i personaggi con le tue tinte, ma non sono parole tue. Scrivere è un po’ come essere Dio, e vuol dire anche essere libera.

Hai un rapporto col pubblico diverso, da attrice e da scrittrice?

Amo presentare i miei libri perché mi permettono di ringraziare chi mi legge e mi dà la possibilità di scrivere. Il cinema e la televisione sono una telefonata d’amore, ma la scrittura e le presentazioni dei libri sono degli abbracci.

chiara francini

Il cielo stellato fa le fusa di Chiara Francini (Rizzoli) è in libreria, al prezzo di copertina di 18€.

Avatar

Milanese di nascita e nel cuore. Vivo di digital marketing di giorno, e di letture matte (ma mai disperatissime) di notte. Bevo litri di tè nero, e colleziono tacchi alti, con cui riesco a non perdere mai un treno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *