fate the winx saga
In evidenza,  Serie Tv

FATE. The Winx Saga: la nostra recensione!

Chi è cresciuto fantasticando sulle fate e amando profondamente le Winx, alzi la mano! Ecco, ora che l’avete alzata tutti, possiamo cominciare!

FATE. The Winx Saga è una delle serie Netflix più attese di quest’anno, ispirata al fenomeno mondiale d’animazione. L’abbiamo vista in anteprima, ed ecco la nostra recensione!

Una doverosa premessa: occorre dimenticarsi quasi totalmente delle Winx con cui si è cresciuti. FATE. The Winx Saga è una serie dai toni decisamente più cupi e dal tono più adolescenziale. Se si dimenticano le fate dai toni dell’arcobaleno e i loro dolci cuccioli, però, la serie funziona ed è decisamente un prodotto da binge-watching. L’abbiamo finita in un’unica maratona di 6 puntate da 40′ l’una, e vi consigliamo d fare lo stesso. Preparate i popcorn e le caramelle, spegnete il telefono e premete play.

fate

Lasciatevi trasportare ad Alfea, prestigiosa scuola di magia (ma non solo), e scopritela insieme a Bloom (Abigail Cowen), cresciuta nel mondo umano e spaventata da un potere che non riesce a controllare. Il fuoco le divampa dalle mani solo quando è spaventata o arrabbiata, e questo non aiuta granché a controllare l’elemento. Nella migliore delle tradizioni, attira subito l’attenzione di Sky: alto, atletico, biondo… e già impegnato (sempre nella migliore delle tradizioni) con Stella (Hannah van der Westhuysen).

winx

Di sangue blu, è una principessa nell’atteggiamento e di fatto. È lei ad accogliere Bloom ad Alfea, ma nonostante l’apparente scorza dura si rivela presto una ragazza con le sue insicurezze. Ci è piaciuta molto, soprattutto dalla quarta puntata in avanti.

fate the winx saga

Anche Aisha (Precious Mustapha) ci ha conquistate. Il suo elemento è l’acqua, e la sua personalità è trasparente allo stesso modo. Leale, disponibile, e spesso la voce della ragione, è la compagna di stanza di Bloom. È l’amica che vorremmo avere, sempre pronta a mettersi in gioco in prima persona se necessario, ma anche pronta a frenarci se stiamo andando fuori strada. Non che con Bloom funzioni… però lei ci prova lo stesso. Ogni singola volta.

fate the winx saga

Ma la nostra preferita è lei, Musa (Elisha Applebaum). Ed è quella col potere più scomodo: la capacità di percepire ogni singola emozione attorno a lei. È il motivo per cui tende a stare sulle sue, e a nascondere agli occhi del mondo ciò che le riguarda. Ma è una buona amica, e speriamo abbia più spazio in un’eventuale seconda stagione!

fate

Ha fatto discutere anche la scelta di introdurre nuovi personaggi. A cominciare da Terra (Eliot Salt), figlia di uno degli insegnanti e la cui magia è legata alla Terra (che combinazione, eh?). Nonostante il suo personaggio ispiri molta tenerezza nella sua insicurezza e goffaggine, non siamo riuscite a toglierci di dosso la sensazione che sia stata inserita per mera rappresentanza di una fisicità sopra la taglia 40. Non ha battute particolarmente brillanti, le tocca il ruolo di insicura e presa in giro…

Era necessario? Forse no. È tuttavia un personaggio che può avere la sua rivalsa in una futura seconda stagione, quindi… incrociamo le dita!

winx

Altra new entry è Beatrix (Sadie Soverall), personaggio ambiguo sin dal primo istante. Diretta, provocante e in cerca di informazioni segrete, è decisamente poco incline a seguire le regole di Alfea. Come del resto lo è Bloom… Noi abbiamo apprezzato molto alcune sue battute e la sua disinvoltura, e siamo convinte che un po’ di pepe non sia mai una cattiva idea.

FATE. The Winx saga: promossa o bocciata?

Promossa, senza alcun dubbio: intrattiene, appassiona e si gode dall’inizio alla fine. Il cast ci è sembrato azzeccato, gli effetti speciali ben gestiti e ci siamo innamorate della canzone di apertura (Kids In The Corner, di Amber Van Day). Ogni elemento tipico delle serie rivolte a un pubblico teen e YA è presente, ma è un prodotto apprezzabile anche da chi ha qualche anno in più. Consigliata per un venerdì sera fatato, anche in pigiama!

Il romanzo ufficiale della serie Netflix, firmato da Ava Corrigan, arriverà in libreria il 2 febbraio (Mondadori), ed è già disponibile per il preorder.

fate the winx saga

Alla prestigiosa scuola di magia di Alfea, studenti di tutto l’Oltremondo imparano a padroneggiare i propri poteri. Tra loro ci sono le Winx, cinque ragazze molto diverse che si sono ritrovate a vivere insieme loro malgrado. L’atletica Aisha, una Fata dell’Acqua talentuosa ma talvolta vittima del suo stesso perfezionismo; l’empatica Musa, che preferisce tenere le persone a distanza per non finire sopraffatta dalle loro emozioni; Terra, insicura e goffa, che nei momenti di crisi sa però tirare fuori risorse inaspettate attingendo alla magia della natura; la bellissima Stella, Fata della Luce con un futuro da regina, dallo stile impeccabile e i modi altezzosi.

E infine Bloom, l’unica a provenire dal mondo degli uomini, dotata di una magia del fuoco tanto potente da essere incontrollabile. Quando antiche creature malvagie che le fate credevano sconfitte per sempre riappaiono seminando morte, le Winx dovranno unire le forze per sconfiggerle. E un segreto riaffiorerà dalle tenebre del passato, un segreto sconvolgente che potrebbe cambiare per sempre il loro destino e il loro mondo…

Cinque fate. Cinque amiche. Un unico destino: svelare l’oscuro segreto che potrebbe mettere in discussione tutto ciò che hanno sempre saputo sul loro mondo, nonché la loro stessa esistenza.

FATE. The Winx Saga sarà disponibile su Netflix dal 22 gennaio.
Avatar

Milanese di nascita e nel cuore. Vivo di digital marketing di giorno, e di letture matte (ma mai disperatissime) di notte. Bevo litri di tè nero, e colleziono tacchi alti, con cui riesco a non perdere mai un treno.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *